Coscioni, Finevita-Eutanasia Appello a Luigi Manconi

Quello del fine vita e dell’eutanasia sono temi certamente delicati, dove ogni opinione ha diritto di potersi esprimere e si ha il dovere di comprendere le altrui ragioni. Per questo sarebbe necessario e opportuno un grande dibattito che innanzi tutto garantisca informazione e conoscenza. Ma i grandi mezzi di comunicazione e i network sono occupati e presi da altro. Eppure non mancano casi di tragica cronaca che dovrebbero far riflettere: Mario Monicelli, Lucio Magri, Carlo Lizzani, tanto per citarne alcuni, che per qualche giorno hanno fatto “notizia” e poi sono stati frettolosamente archiviati. Così come dovrebbe far riflettere il fatto che Trieste è la città con il più alto numero di anziani e di suicidi in Italia. C’è un nesso? E quale? Già nella passata legislatura noi radicali abbiamo chiesto alla politica di occuparsi del fondamentale tema che inevitabilmente riguarda tutti, quello della vita e della morte. Chiedemmo di procedere con una indagine conoscitiva parlamentare che raccogliesse le informazioni e i dati di base che ci potessero consentire una riflessione e un confronto; ma ci venne negato. Così come si sono lasciati cadere nel nulla gli autorevoli appelli del presidente della Repubblica Napolitano che in più occasioni ha chiesto si avviasse una riflessione su questo tema. L’associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca ha poi raccolto le firme (ben di più delle 50 mila necessarie) per un progetto di legge di iniziativa popolare sull’eutanasia depositato alla Camera e successivamente da alcuni senatori presentato anche al Senato. Che venga almeno discusso! Che i favorevoli possano dire perché lo sono, e così i contrari, che il popolo sia messo nella condizione di conoscere e valutare… A questo punto non ci sono più alibi. Non c’è motivo che possa ostacolare l’apertura di un dibattito parlamentare lasciato incompiuto nella scorsa legislatura. E dunque l’appello di cui parlavo all’inizio che rivolgo al primo firmatario di un disegno di legge in materia di eutanasia depositato nei primi mesi del suo mandato, il senatore Luigi Manconi presidente della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani. È nelle sue prerogative di senatore chiedere al gruppo di appartenenza, il Pd, di calendarizzare entro il prossimo trimestre il ddl in materia di eutanasia depositato e procedere con l’abbinamento della proposta di legge Coscioni di iniziativa popolare depositata dal Senatore Palermo del gruppo misto. L’invito al Presidente Manconi è quello di imporre il dibattito ora che ha dalla sua parte anche il Presidente Napolitano.”

di Maria Antonietta Farina Coscioni, Presidente onorario Associazione Luca Coscioni

 

L’appello é pubblicato sulla rivista di Sansonetti Gli Altri in edicola da venerdì 18 aprile e qui nella versione online…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: