Englaro/ Coscioni (Radicali): Vicenda Udine oltraggia il diritto

“E’ un oltraggio e una ferita gravissima che viene inferta con cinismo e senza misericordia: quella misericordia che, ricordo, ebbe Papa Giovanni Paolo II, quando chiese, e venne esaudito, di essere libero di poter “andare alla casa del padre”, afferma Coscioni in un comunicato. “Non posso che manifestare una profonda amarezza e indignazione per quello che sta accadendo: un vero e proprio oltraggio al diritto, alla legge, alle leggi dell’umanità. Esprimo piena, incondizionata, totale solidarietà alla famiglia di Eluana Englaro, sottoposta a un incredibile e vergognoso linciaggio. Sono stata vicino a papà Beppino nella sua coraggiosa battaglia, continuerò a sostenerlo e mi batterò con i miei compagni radicali per una buona legge sul testamento biologico e di fine vita. Tornerò da Eluana, come ho fatto un anno fa. Siamo con loro, per affermare il diritto a una vita degna di questo nome ed assicurare una morte senza dolore quando la vita non è più vita”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: