BASTA CON LE SPECULAZIONI DEL PARTITO DELLA SOFFERENZA E SENZA SPERANZA

 

Voglio credere e sperare che quella della procura della Repubblica di Udine sia solo e semplicemente un atto dovuto, dopo aver ricevuto esposti di personaggi che in questi giorni ed ore si producono in testimonianze e rivelazioni le più incredibili e nessuna attendibilità scientifica, come quella di una signora che asserisce perfino di aver visto Eluana Englaro sorridere.

 

Voglio credere e sperare che la procura della Repubblica di Udine sappia agire con scienza e coscienza; la volontà di Eluana è stata ricostruita e più corti di giustizia, da quella d’Appello di Milano alla Corte di Cassazione, si sono pronunciate e tutte in modo inequivoco e concordante.

Tutti i sondaggi – da ultimo quello di “Sky24” sono altrettanto inequivoci e concordanti: la maggioranza degli italiani vuole che ad Eluana sia riconosciuto lo stesso diritto che si riconobbe a papa Giovanni Paolo II, quando chiese di poter tornare al padre, e che non ci si accanisse più su di lui.

 

Basta davvero con queste inqualificabili speculazioni del sedicente partito della vita, che altro non è se non il partito della sofferenza inutile e senza speranza, del dolore sempre e comunque, dell’atroce tortura che viene inflitta a Eluana e alla sua famiglia. Un  minimo di decenza e di misericordia, anche da parte di chi decenza e misericordia ha mostrato di non avere, si impone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: