TESTAMENTO BIOLOGICO-FINE VITA: GOVERNO E MAGGIORANZA PRIGIONIERI E OSTAGGI, ANCORA UNA VOLTA, DELLA LEGA

“Sono già due sedute – e altre se ne annunciano – che la discussione sul testamento biologico e il fine vita in commissione Affari sociali della Camera è di fatto paralizzata da un inaccettabile e pretestuoso emendamento dei parlamentari della Lega Nord, emendamento che di fatto vanifica ogni dichiarazione che può rendere il malato, anche quando questa viene resa in modo inequivocabile. Una linea che vede, al solito, consenziente, la sottosegretaria Eugenia Roccella. Insomma, si afferma e conferma una linea che confligge con la Costituzione, il buon senso e il senso buono, in omaggio a logiche clerical-oltranziste che larghissima parte dello stesso mondo cattolico rigetta e respinge. A questo punto, lo si dica almeno con chiarezza: la Lega si offre e opera come braccio armato dei voleri delle gerarchie vaticane, e il Governo e la maggioranza, supini, per supposte opportunità elettorali e pavidità, si adeguano, prigionieri e ostaggi. Ai laici del centro-destra, una sola domanda: se non ci si dissocia ora da queste assurde e odiose logiche, quando?”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: