Sicurezza: Coscioni (Pd), Inquietante e Gravissimo Intitolare Ronde a Gerarca Fascista

La Coscioni, che si dichiara contro le ronde in generale, perche’ ”lo Stato non puo’ e non deve abdicare ai suoi compiti di tutela e garanzia dell’ordine pubblico e dell’incolumita’ dei cittadini”, sostiene che non vi possono essere ”ronde e squadre di vigilantes che esplicitamente si richiamano alle squadracce fasciste di antica ma non smarrita memoria”. ”E’ qualcosa di inaccettabile -sottolinea- qualcosa che il ministero dell’Interno per primo dovrebbe contrastare e reprimere”.

A riportare la notizia del reclutamento in corso da parte del ”Movimento Sociale Fiamma Tricolore” di Udine ”di un corpo di cento volontari, tutti cittadini italiani, molti dei quali esperti di arti marziali o ex appartenenti alla Forze Armate o a Corpi di Polizia per i servizi di sicurezza del territorio e intende intitolare i vigilantes al gerarca fascista Ettore Muti”, si legge nell’interrogazione, e’ stato il quotidiano ”Il Messaggero Veneto”, il 21 febbraio scorso. Il sindaco di Udine Furio Honsell, riferisce la parlamentare, ha definito la cosa ”un atteggiamento non istituzionale, che sembra una carnevalata nel migliore dei casi e che preoccupa invece parecchio”. Quanto a Ettore Muti, ”gerarca fascista fin dagli esordi, gia’ segretario del Partito Nazionale Fascista” la Coscioni, che chiede di conoscere l’opinione del ministro dell’interno sull’iniziativa, ricorda che ”si distinse per i diversi assalti squadristi, e per l’occupazione della prefettura di Ravenna durante le operazioni della marcia su Roma”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: