Separiamo le persone dalle malattie

«Ogni individuo ha diritto alla propria integrità fisica e psichica. Nell`ambito della medicina e della biologia devono essere in particolare rispettati: il consenso libero e informato della persona interessata, il divieto delle pratiche eugenetiche aventi come scopo la selezione delle persone, il divieto di fare del corpo umano una fonte di lucro, il divieto della donazione riproduttiva degli esseri umani» (articolo 3 carta dei Diritti Fondamentali della Ue, Diritto all`integrità della persona, Manuale dei Diritti Fondamentali e Desiderabili. Oscar Mondadori).

Maria Antonietta Farina Coscioni, già parlamentare del Partito Radicale e paladina del “diritto all`integrità della persona”, sia per quello che riguarda la vita che la fine vita, scrive che dovremmo «far tesoro dei diritti che per altri Paesi sono ormai acquisiti; ad esempio, non è un caso che gli Stati Uniti hanno avuto come presidente per ben quattro mandati -ha battuto anche Napolitario – Franklin Delano Roosevelt, che era handicappato: anche, ma non solo, per questo motivo le barriere architettoniche negli Usa non ci sono praticamente più da mezzo secolo». Noi invece ancora stiamo combattendo per abbatterle. E aggiunge: «il Nomenclatore Tariffario* è da aggiornare, così come i livelli di assistenza: e ogni volta che ci sono delle consultazioni elettorali, ci sono problemi enormi per garantire a tutti, anche a chi è bloccato in casa, di esercitare il diritto di voto». Questa rubrica non basta per riconoscere ai Radicali l`enorme lavoro sulla difesa di questo diritto: il corpo (e il privato, come si diceva anni fa), per loro è dawero politico. Ma, nello stesso tempo, «noi non siamo la nostra malattia» come ha dichiarato un`altra militante radicale, Emma Bonino, raccontando la sua lotta contro il tumore: per questo motivo dobbiamo ringraziarla. È certamente la frase più importante sentita da un politico all`inizio di quest`anno. Saremo davvero un “paese normale” quando i malati italiani saranno, prima di essere malati, persone e cittadini.

* (il Nomenclatore Tariffario è un documento redatto dal ministero della Salute, che stabilisce tipologie e modalità per la fornitura di protesi o ausili a carico del Servizio sanitario nazionale).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: