Coscioni / radicali: “Sacconi, Fazio, basta giochi sulla pelle di malati e disabili. Giovedì 26 nov presidio nonviolento alla conferenza Stato-regioni, in via della stamperia 8 alle 14.30”

Salvatore Usala, Giorgio Pinna, Mauro Serra, Claudio Sabelli (che nelle scorse settimane hanno intrapreso uno sciopero della fame, denunciando il loro stato di abbandono) e degli obiettivi per i quali Maria Antonietta Farina Coscioni è da 18 giorni in sciopero della fame.

L’iniziativa nonviolenta, alla quale hanno finora partecipato sei parlamentari e 142 cittadini chiede al Governo, al Ministro Sacconi e al Viceministro Fazio di mantenere finalmente la parola data ed interrompere i giochini di potere e discarico delle responsabilità sulla pelle dei malati, in particolare su tre punti

1. rendere noto l’effettivo utilizzo dei finanziamenti stanziati nel 2007 e nel 2008 per i “comunicatori” di nuova generazione che consentono ai soggetti con gravi patologie e con compromissione della facoltà di parlare e di interagire con il mondo esterno;
2. rendere effettiva ed operativa l’approvazione della nuova versione dell’assistenza protesica del nuovo Nomenclatore, in modo che sia garantita la fornitura adeguata ad ogni persona con disabilità;
3. adottare le linee guida cui le Regioni si conformano nell’assicurare un’assistenza domiciliare adeguata per i soggetti malati di sclerosi laterale amiotrofica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: