OPG DI MONTELUPO FIORENTINO: TUTTO RISCHIA DI RESTARE COME PRIMA

Dichiarazione di Maria Antonietta Farina Coscioni, deputata radicale e presidente onoraria dell’associazione Luca Coscioni

Al termine di una sua visita ispettiva presso l’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Montelupo Fiorentino, il dottor Alessandro Margara, garante dei detenuti della Regione Toscana, ha denunciato una gravissima situazione che rischia seriamente di lasciare immutata l’attuale intollerabile situazione dell’OPG, se non di peggiorarla. Accade infatti che il progetto di superamento della struttura  sia vanificato. Il progetto si articolava su due punti: la creazione di una sezione ristrutturata – la Sezione “Ambrogiana”, ex-seconda sezione del vecchio Opg, che dovrebbe accogliere i soli internati toscani, con una gestione del tutto autonoma ed esclusivamente sanitaria con un controllo solo -; la definizione di una soluzione di accoglienza nelle regioni di appartenenza degli altri internati non toscani, che non dovevano restare a Montelupo e ai quali, pertanto, non servivano ristrutturazioni e miglioramenti nelle parti restanti dell’istituto.

Accade che i lavori nella terza sezione, che non servivano, siano in buona parte conclusi.

Mentre dei lavori nella sezione “Ambrogiana”, che sarebbero serviti a portare avanti l’attuazione del programma, non si ha traccia. Non solo: mancano prospettive effettive per la sistemazione degli internati delle altre regioni.

Cosicché, una volta completati i lavori nella ex-terza sezione è molto probabile che ci sarà qualche dimissione e molti nuovi arrivi dagli altri Opg sovraffollati, e tutto resterà come prima.

Su questo ho presentato un’interrogazione urgente ai ministri della Salute e della Giustizia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: