MARIA ANTONIETTA FARINA COSCIONI. SANITA’-REPORT

Il 6 dicembre il team giornalistico che fa capo a Milena Gabanelli e a “Report” ha dimostrato, con l’inchiesta “La cura” come sia ancora possibile realizzare un’inchiesta di sicuro interesse pubblico e di indiscutibile impatto sociale.

L’inchiesta documenta sconcertanti e gravissimi episodi di malasanità in Italia, sprechi, corruzioni, malfunzionamenti dei sistemi sanitari regionali. In particolare, viene documentato il clamoroso caso della regione Calabria, già oggetto di numerose interrogazioni e iniziative parlamentari, molte delle quali mie, e significativamente rimaste senza risposta. Le cifre sono eloquenti: il deficit della regione Calabria, ha raggiunto una cifra esorbitante; su 39 ospedali presenti in Calabria, 36 non sono in regola. Stiamo parlando di ospedali fatiscenti che cadono a pezzi, strutture deserte, 39 ospedali per 2 milioni di abitanti, 36 dei quali irregolari, 52.000 calabresi che ogni anno vanno fuori a farsi curare, in Lombardia o Emilia Romagna, un deficit che supera i 2 milioni e che gli amministratori che non riescono nemmeno a quantificare.

L’assurdità è che mentre il deficit calabrese raggiunge somme improponibili, il sistema sanitario ‘obbliga’ chi deve curarsi e farlo bene a ‘espatriare’ verso le regioni del nord (Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana), la sanità non ha deficit, la ricerca va avanti e produce risultati soddisfacenti, le strutture private, insieme ad alcune pubbliche, stanno raggiungendo sempre più livelli di eccellenza.

Tutto ciò in un contesto in cui il futuro della Sanità in Italia appare nebuloso e  problematico: quale sanità avremo nei prossimi anni? Quali sono i tagli che il governo ha deciso? E soprattutto: i tagli sono stati fatti dopo un’azione seria di verifica degli sprechi? Queste sono le questioni che il Governo sistematicamente elude, questo è il banco di prova per chiunque voglia governare o si candidi come prossima forza di governo alternativa e non solo di alternanza. Per ora, e intanto, caparbiamente, con i miei compagni radicali, torno a presentare interrogazioni sulla questione Sanità, invitando i ministri a rispondere, finalmente, ai quesiti urgenti e drammatici che vengono posti; penso infine che sia opportuno e necessario che la Commissione alla Camera di inchiesta sugli errori in campo sanitario e sulle cause dei disavanzi sanitari regionali acquisisca il filmato con l’inchiesta di “Report” per valutare quali iniziative si possono e devono intraprendere a fronte di una simile, intollerabile situazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: