MARIA ANTONIETTA FARINA COSCIONI: PROSEGUE SCIOPERO DELLA FAME(QUINTO GIORNO)

“Oggi pomeriggio parteciperò’ ai lavori della Consulta delle malattie neuromuscolari e porterò’ in quell’ambito la questione che Salvatore Usala e gli altri malati di SLA hanno posto all’attenzione del Governo e di tutti noi con il loro sciopero della fame, che hanno sospeso ieri.Prosegue invece il mio sciopero della fame, un’iniziativa nonviolenta e gandhiana finalizzata a tre obiettivi precisi:

1. rendere noto l’effettivo utilizzo dei finanziamenti stanziati nel 2007 e nel 2008 per i “comunicatori” di nuova generazione che consentono ai soggetti con gravi patologie e con compromissione della voce di interagire con il mondo esterno;

2. rendere effettiva ed operativa l’approvazione della nuova versione dell’assistenza protesica del nuovo Nomenclatore, in modo che sia garantita la fornitura adeguata ad ogni persona con disabilità, prevista nello schema del DPCM sui nuovi LEA da un anno e mezzo al vaglio delle Autorità di governo centrali e regionali per gli aspetti di natura economico-finanziaria;

3. adottare le linee guida cui le regioni si conformano nell’assicurare un’assistenza domiciliare adeguata per i soggetti malati di sclerosi laterale amiotrofica.Terminati i lavori della consulta mi recherò a Chianciano per i lavori dell’8 congresso di Radicali Italiani, e anche in quell’ambito porterò la questione, perché diventi  momento di iniziativa politica.Attendo dal silente Governo e dal non meno silente Vice-ministro della Salute una risposta chiara, esauriente, rapida  e definitiva su una questione che da troppo tempo si trascina e che viene pagata sulla – letterale – pelle dei malati e delle loro famiglie. L’appuntamento  è oggi alle 15 nella vecchia sede del Ministero della salute in via lungotevere ripa 1 sala auditorium

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: