Int. a M.Coscioni: COSCIONI: UNA BIMBA HA DIRITTO DI DECIDERE

Però?

«Il fatto che una bambina abbia rifiutato un intervento chirurgico non deve entrare in un dibattito. Non ci riguarda. Non c`è una macchina di mezzo, non un respiratore, non c`è stato di incoscienza».

Ma quell`intervento chirurgico serviva a salvarle la vita.

«Non è detto. Possono succedere tante cose nel frattempo. E stiamo attenti: i geni tori che hanno accolto la volontà della loro figlia non vuol dire che la vogliono lasciare morire. Anzi. Affrontare un trapianto non è una passeggiata: c`è anche il rigetto».

La figlia di cui stiamo parlando ha 13 anni appena: è giusto dar corso alla sua volontà?

«L`età non c`entra. Quella ragazzina conosce la sofferenza, vive da anni tra ospedali, interventi e terapie. E poi…».

Poi?

«Dobbiamo decidere: quando è giusto dar retta ai bambini?».

Quando?

«Quando ci fa comodo? Come testimoni in tribunali contro i pedofili o nelle separazioni. Oppure sempre? La verità è che qui si è fatto un grande passo avanti per una bambina che, in fondo, non ha fatto altro che chiedere aiuto».

Al. Ar.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: