INCIDENTE PALA-TRIESTE/CONCERTO JOVANOTTI: SI TRATTA DELL’ENNESIMO, GRAVISSIMO, INCIDENTE SUL LAVORO.

Maria Antonietta Farina Coscioni, deputata radicale, presidente onoraria dell’Associazione Luca Coscioni ha rilasciato la seguente dichiarazione:

La tragedia di Trieste ripropone ancora una volta la questione della sicurezza nel mondo del lavoro. Non vogliamo anticipare i giudizi e le risultanze dell’inchiesta della magistratura, ma ho il fondato sospetto che all’origine della tragedia vi sia una possibile, purtroppo frequente, inosservanza delle norme sul lavoro e che – come in passato è accaduto – si allestiscano spettacoli come quello del concerto di Jovanotti sensibili più alle ragioni del risparmio da conseguire che alla sicurezza dei lavoratori.

Ricordo che dall’inizio dell’anno sono deceduti almeno 497 lavoratori, hanno avuto luogo oltre 84mila infortuni, quasi duemila gli invalidi. Sono cifre da bollettino di guerra. Per ognuno di questi casi ho presentato interrogazioni al ministro del Lavoro; dall’ex-ministro Sacconi ho ricevuto, quando le ho ricevute, risposte burocratiche e assolutamente insoddisfacenti. Voglio credere e sperare che il nuovo governo Monti volti radicalmente pagina, si mostri più solerte e attivo, sappia e voglia raccogliere i richiami più volti lanciati dal presidente della Repubblica. Quella delle cosiddette “morti bianche” è una strage che deve finire.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: