GRAVISSIMO RITARDO SU LEA E NOMENCLATORE (AUSILI E PROTESI) A MALATI, DISABILI E LORO FAMIGLIE

Ringrazio personalmente e politicamente i deputati di Alternativa Libera che, a prima firma del deputato Walter Rizzetto, durante il question time odierno hanno chiesto conto al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin del mancato rispetto dei termini per l’emanazione dei nuovi Lea e del Nomenclatore degli ausili e delle protesi già previsti da leggi (violate) entro il 31 dicembre 2012 e il 31 maggio 2013; mentre ancora il 2 luglio scorso la Ministro Lorenzin affermava che l’aggiornamento sarebbe avvenuto entro il 31 dicembre 2014.
Oggi la Ministro Lorenzin spostando l’ostacolo al 30 giugno 2015 si è messa sulla scia dei suoi predecessori.
Si continua a rimandare mentre lea e nomenclatore sono aggiornati a dieci anni fa e non tengono assolutamente conto di ausili frutto delle scoperte della scienza e sviluppo della tecnica che proprio in questi ultimi dieci anni hanno cambiato il modo di affrontare e vivere la malattia.

Questo modo di comportarsi non è dignitoso. E mi sarei aspettata qualcosa di più dal Ministro, non tanto per il passato quanto per il futuro. Non si ha il coraggio di tagliare i rami secchi e di conseguenza le persone per definizione in stato di fragilità e debolezza continuano a rimanere privati delle adeguate garanzie costituzionali e la mancanza del rispetto degli impegni presi colloca i lea e l’adeguata assistenza protesica tra i diritti dimenticati.

 

Di seguito l’intervista a Maria Antonietta Farina Coscioni su Radio Radicale

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: