Gardaland, giostra vietata alla bimba down, mozione dell’associazione Coscioni

La parlamentare radicale, in una conferenza stampa alla Camera, ha chiesto l’intervento del Governo per un regolamento concordato con le associazioni sull’accesso ai parchi giochi. Il diniego a salire sulla giostra è  stato motivato, ha spiegato il padre della bimba, Aldo Aceto, magistrato e presidente dell’associazione Pianeta down – che in agosto aveva denunciato il caso alla stampa – in base a un regolamento che vieta l’accesso alle giostra ai disabili intellettivi, ”la disabilita’ nel caso di Rosa e’ stato riscontrato esclusivamente in base all’aspetto fisico”. ”Altre patologie non sono riscontrabili all’apparenza – ha detto – quindi le motivazioni fornite non sono accettabili”.

”Non ci sto – ha aggiunto – a vedere calpestati i miei diritti da persone che non hanno alcuna competenza”. Aceto ha presentato denuncia e avviato l’azione civile per il risarcimento danni: ”Non voglio soldi da Gardaland – ha detto – ma che si gestiscano diversamente i rapporti con la disabilità”.

Fonte: Blitz Quotidiano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: