Farina Coscioni (Pd) riprende proposte European disability forum

ROMA – L’European disability forum, in una lettera aperta inviata ai capi di Stato e di governo riuniti in occasione di un forum a Bruxelles, invita ad adottare il cosiddetto “Patto europeo sulla disabilità”. Il governo italiano ne è a conoscenza e quali iniziative sta promuovendo? A porre la domanda al ministro per le Pari opportunità, Mara Carfagna e al ministro della Salute, Ferruccio Fazio, è Maria Antonietta Farina Coscioni, deputata radicale iscritta al gruppo del Pd, in un’interrogazione presentata alla Camera mercoledì 17 febbraio. L’associazione in particolare invita a passare dalla teoria alla pratica per quel che riguarda il riconoscimento dei diritti dei disabili nell’Unione europea: “perché la strategia 2020 si possa definire un successo i disabili devono essere coinvolti in tutti i processi decisionali che li riguardano, secondo il principio niente su di noi senza di noi”. Questo coinvolgimento, secondo l’Edf, passa attraverso l’adozione, da parte dell’Unione europea, del patto europeo sulla disabilità. In concreto si propone di definire obiettivi chiari e raggiungibili per quel che riguarda l’impiego, l’inclusione e la protezione sociale delle persone con disabilità: istituzione di organi di controllo che verifichino l’attuazione degli obiettivi prefissati; coordinamento fra le istituzioni europee e gli Stati membri in merito alle politiche sulla disabilità e coinvolgimento delle organizzazioni che rappresentano i disabili in tutti i processi decisionali che li riguardano. Infine l’European disability forum chiede che l’Unione europea, dopo la ratifica della convenzione Onu sui diritti dei disabili, si impegni a far sì che il documento non resti lettera morta ma sia messo in pratica in tutti i suoi articoli. (dp)

(21 febbraio 2010)
Fonte: SuperAbile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: