Englaro, nasce associazione a un anno dalla morte

Il padre della ragazza, Beppino Englaro, ha smentito le voci di una possibile candidatura e ha ricordato la vicenda: “Anche oggi parecchie persone mi hanno ringraziato ed espresso solidarietà, pechè non esiste una vicenda più trasparente di questa”, ha detto, dove la famiglia “ha voluto fare tutto nella legalità”.

Dopo un anno “continua la cinica e volgare strumentalizzazione da parte degli esponenti del centrodestra”. E’ intervenuta così Maria Antonietta Farina Coscioni, deputata radicale e co-presidente dell’associazione Luca Coscioni. “Accade anche che la prevista seduta della commissione Affari sociali, impegnata a discutere il testo di legge, sia rinviata per l’impedimento della sottosegretaria”. Ha espresso quindi “massima solidarietà” ai  parenti della ragazza “per tutto questi tempi dipinti e additati come assassini”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: