Englaro/ Coscioni: Bene sentenza Tar, ora cessino ‘boicottaggi’

Roma, 26 gen. (Apcom) – “Apprendo con soddisfazione della decisione del TAR che ha accolto il ricorso di Beppino Englaro, annullando il provvedimento con il quale la regione Lombardia ha negato la possibilità a tutto il personale sanitario di interrompere l’alimentazione e l’idratazione artificiali a Eluana”. Lo scrive in una nota Maria Antonietta Farina Coscioni, deputata radicale e co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni.

“Si conferma – spiega – che la magistratura italiana è molto più sensibile e attenta alle ragioni del diritto, della legge, oltre che della misericordia e del senso ‘buono’. E’ la conferma che anche al TAR, e non solo alla Corte d’Appello di Milano e alla Corte di Cassazione esistono giudici come quelli a Berlino”.

“Ora – prosegue Coscioni – mi auguro che il ministro Sacconi, la sottosegretaria Roccella, il presidente della Regione Lombardia Formigoni e gli altri zuavi pontifici in servizio effettivo permanente cessino il loro sistematico, programmatico boicottaggio ‘attivo’. La stragrande maggioranza del paese, come tutti i sondaggi certificano, è favorevole al testamento biologico con il quale un cittadino può dare indicazioni a medici e familiari su cosa fare in caso di coma irreversibile. Un cittadino su due, in caso di coma, è contrario all’accanimento terapeutico; e oltre il 51 per cento si dichiara favorevole a una legge sull’eutanasia, cioé alla possibilità per un malato incurabile consenziente di porre fine alle sue sofferenze”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: