ELUANA: RADICALI ITALIANI, GIUSTA SENTENZA. ORA RISPETTO PER FAMIGLIA

Si sono stati evitati dogmatismi e si e’ riconosciuto, come del resto prescrive la Costituzione, che la vita umana in quanto tale e’ libera e che la volonta’ del paziente e’ preminente e va sempre garantita e tutelata. Ora, credo che l’unica cosa da fare sia quella di rispettare non solo la sentenza, ma il dolore e la lacerazione che in questi anni hanno accompagnato la famiglia di Eluana: nei confronti dei quali e’ stata esercitata una incredibile violenza e contro i quali si sono usati termini e toni terrificanti. Si e’ parlato di omicidio, si e’ lasciato credere che Eluana sarebbe stata lasciata morire di fame e di sete, mentre staccare il sondino che la alimenta significa consentire che si possa spegnere senza soffrire, un dato ampiamente provato scientificamente. Troppi hanno parlato senza sapere, senza conoscere, non hanno avuto rispetto e misericordia, hanno imbastito crudeli speculazioni politiche. Spero – ma non credo – che almeno in questa occasione taceranno”.

”Ora – conclude Farina Coscioni – spettera’ a noi politici garantire una buona legge sul testamento biologico (ispirata, dunque, a criteri diversi da quelli espressi dalla maggioranza del PdL). Una legge che difenda innanzitutto la volonta’ del paziente; quella volonta’ che, nel caso di Eluana ha richiesto diciassette lunghi, dolorosi anni, prima che fosse riconosciuta”.

res-mpd/mcc/ss

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: