Editoria per non vedenti, a breve lo stanziamento dei contributi

ROMA – Editoria per non vedenti ed ipovedenti: potrebbe essere  imminente la conclusione del procedimento relativo allo stanziamento di contributi. Lo si evince dalla risposta scritta del ministro per i Beni e le attività culturali Sandro Bondi e pubblicata lunedì 19 aprile tra gli atti della Camera.  Il rappresentante dell’esecutivo ha risposto a tre interrogazioni presentate rispettivamente da Emerenzio Barbieri del Pdl, Maria Antonietta Farina Coscioni del Pd, Leoluca Orlando dell’Idv,  in cui si chiedevano notizie sugli stanziamenti (2 milioni e 750 mila euro) destinati dal decreto firmato dal ministro Rutelli il 18 dicembre 2007 al finanziamento di progetti tesi a rendere accessibili anche alle persone con disabilità un numero di titoli pari alle novità librarie che giungono in forma cartacea nelle maggiori librerie.

Oggi un file di testo è perfettamente leggibile grazie a semplici dispositivi tecnologici, quali un sintetizzatore vocale o una barra braille. Bondi ha reso noto che alla data di scadenza di presentazione delle richieste di finanziamento dei progetti da parte delle case editrici, fissata per il 7 maggio del 2008, sono pervenute 13 istanze. Successivamente, con decreto ministeriale datato 16 settembre 2008, è stata costituita una Commissione con lo specifico compito di valutare i progetti presentati che si è insediata presso il Centro per il libro e la lettura il 22 ottobre 2008. L’apposita commissione, dopo uno stop dovuto a motivi burocratici, ha ripreso i lavori in data 18 novembre 2009 ed ha completato la fase di valutazione dei progetti il 2 dicembre 2009. E’ stato sempre lo stesso ministro ad annunciare che “è imminente la conclusione del procedimento”. (dp)

(21 aprile 2010)

Fonte: SuperAbile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: