CURE PALLIATIVE, piena solidarietà ad Andrea Trisciuoglio

 

E’ davvero il caso di dire che il sonno della ragione produce mostri. Non credo ci sia altro modo per definire quanto è accaduto al nostro compagno Andrea Trisciuoglio, dirigente dell’Associazione Luca Coscioni e malato di Sclerosi Multipla, che per contrastare la malattia di cui è affetto, consuma Bediol mensilmente e regolarmente ricevuto dalla sua ASL. La perquisizione che ha subito alle prime ore del mattino, con i carabinieri che rovistano tra i suoi effetti personali alla ricerca di non si sa cosa, moglie e figlio terrorizzati per quello che accadeva sotto i loro occhi non ha giustificazione e spiegazione alcuna. E’ semplicemente la muscolare esibizione di un’arroganza e di una cecità che sconcerta e avvilisce.

Voglio esprimere piena, incondizionata solidarietà ad Andrea, e confermargli il mio sostegno alla battaglia che è anche nostra.

Ho presentato ai Ministri della Salute, della Giustizia e dell’Interno un’interrogazione sulla vicenda. Abbiamo il diritto di avere spiegazioni, hanno il dovere di darcele.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: