SU TESTAMENTO BIOLOGICO E CURE PALLIATIVE OSTRUZIONISMO DI GOVERNO E MAGGIORANZA

“Governo e maggioranza cercano di imporre una legge sul testamento biologico da stato etico, che non tiene in nessun conto la volontà del paziente, sono alfieri di ogni politica proibizionista su qualsiasi facoltà umana; ora la sostanziale opposizione alla legge sulle cure palliative e alle terapie del dolore.

E’ attesa da tempo, da migliaia di pazienti e dalle loro famiglie una legge su terapie del dolore e cure palliative. L’Italia, tra l’altro, tra i paesi dell’Unione Europea è quello che meno utilizza il ricorso a farmaci idonei a contrastare il dolore.

Non si spiega quindi il vero e proprio ostruzionismo praticato alla Camera ma che siamo riusciti a vincere e il sostanziale boicottaggio che ora viene rinnovato al Senato.

Tutto ciò, tra l’altro, in spregio evidente a quello che raccomanda l’OMS, che definisce le cure palliative e le terapie antidolore come “un approccio che migliora la qualità della vita dei malati e delle loro famiglie che si trovano di fronte a problemi connessi a malattie a rischio per la vita, attraverso la prevenzione e il sollievo della sofferenza, per mezzo di una precoce identificazione e di una impeccabile valutazione e trattamento del dolore e degli altri problemi fisici, psico-sociali e spirituali”.

Non sorprende, ma amareggia e inquieta questo modo di fare, che non tiene in alcuna considerazione la sofferenza e il dolore, il vero e proprio calvario di migliaia di cittadini colpevoli solo e unicamente di essere malati, e delle loro famiglie.
Poichè questa politica non giova ne è funzionale alla libertà degli esseri umani, a chi giova ed è funzionale?”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: