MASTELLA/ISOLA DEI FAMOSI, FARINA COSCIONI (RADICALI-PD): A CHE TITOLO CLEMENTE MASTELLA ALL'”ISOLA DEI FAMOSI”?

“Da quando si è fatto eleggere, nelle liste berlusconiane, al Parlamento Europeo, “premio” incassato per aver fatto cadere il governo Prodi, non ricordiamo particolari iniziative e attività dell’onorevole Clemente Mastella a Bruxelles e a Strasburgo.

Una assenza e una inconsistenza, una “lacuna” che a quanto pare, sarà presto “colmata”. L’onorevole Mastella ha deciso di lasciare un “segno” della sua attività e del suo impegno partecipando a  “L’Isola dei famosi”.

Ma non importa qui indagare sulle scelte dell’onorevole Mastella, e neppure il tipo di “immagine” che fornirà ai suoi colleghi del Parlamento Europeo, che sicuramente apprezzeranno la sua annunciata performance; non importa neppure discutere sul fatto che ha scambiato una trasmissione RAI per un centro di benessere per ritrovare un peso forma perduto, o per cercare di recuperare un’immagine accattivante che non tanto, e non solo le disavventure giudiziarie hanno pregiudicato.

Il problema è costituito da una RAI ancora formalmente servizio pubblico visto che si foraggia ampiamente con il denaro del canone pagato dal cittadino.

Sarebbe opportuno sapere dai dirigenti della RAI, dal presidente, dal direttore generale, dal direttore di rete, dal CDA:
1) Chi ha avuto l’idea di invitare l’onorevole Clemente Mastella.
2) Per quale motivo è stato scelto e ritenuto idoneo l’onorevole Mastella.
3) Se sia stato l’onorevole Mastella ad “offrirsi”, o se siano in attività particolari “talent scout” che si incaricano di esaminare curriculum e caratteristiche degli oltre mille tra deputati, senatori nazionali e parlamentari europei;
4) A quanto ammonta il compenso per la partecipazione dell’on.Mastella, e quale criterio verrà adottato per stabilire il possibile cachet d’ingaggio.
5) Valgono anche in questo caso le regole della “par condicio”, e dunque se dopo la partecipazione dell’onorevole Mastella si prevede la partecipazione all'”Isola dei Famosi” di altri esponenti politici, e di quali partiti e formazioni politiche.
6) Come intende garantirsi, la RAI, dal fatto – già annunciato attraverso pubbliche dichiarazioni – che la partecipazione all'”Isola dei famosi” dell’on. Mastella si trasformi in una irrituale, impropria, discutibile tribuna dalla quale l’onorevole Mastella possa concionare contro presunte persecuzioni giudiziarie di cui sostiene di essere vittima.

Una ultima domanda, infine, ai politici di “regime” (e dunque non solo all’on. Mastella): non basta loro aver confiscato tutti i TG, “Porta a Porta”, “Ballarò”, “Anno Zero” e tutti i programmi di approfondimento politico? Sono così famelici da dover occupare anche trasmissioni come “L’Isola dei famosi”? Non avrà dunque mai limite e fine questo uso “privato” e privatistico di uno strumento di servizio pubblico? Al cittadino non resta dunque che spegnere la TV?

 

Queste domande saranno anche oggetto di un’interrogazione al Governo che sarà mia cura presentare nelle prossime ore”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: